Innovazione nella prevenzione dei difetti di luce nei vini bianchi e rosati

Giovedì 17 Novembre
Ore 10.30 Sala Convegni - Pad. 3

Convegno organizzato da Assoenologi

Il crescente utilizzo di bottiglie inadeguatamente foto-filtranti per il confezionamento di vini bianchi e rosati impone agli enologi di prevenire la comparsa di difetti sensoriali legati alla foto-esposizione del prodotto, peraltro spesso insufficientemente tutelato da sorgenti luminose nelle fasi post-produttive. Le pratiche di prevenzione correntemente adottate in cantina di produzione sono spesso penalizzanti l’apprezzabilità del prodotto e, spesso, del tutto inefficaci.

Al fine di fornire strumenti adatti a prevenire la comparsa di difetti foto-indotti, e la conseguente penalizzazione commerciale, il progetto di ricerca Enofotoshield condotto nei trascorsi due anni dall’Università degli Studi di Milano congiuntamente con quattro aziende vitivinicole lombarde, l’Assoenologi e il Consorzio di Tutela Franciacorta, e finanziato dalla regione Lombardia, ha valutato efficaci approcci enologici a basso impatto sensoriale ed ambientale.

Il lavoro di ricerca ha consentito di individuare e caratterizzare sia lieviti Saccharomyces con adeguate abilità di vinificazione e limitata formazione di riboflavina, che additivi polifenolici naturali in grado di prevenire le deviazioni sensoriali foto-indotte in vini bianchi e rosati.

Finalità della relazione sarà quella di trasferire alle aziende i risultati ottenuti ed il loro valore applicativo, anche, quando possibile, con sedute di degustazione.

A cura del Prof. Antonio Tirelli