Anche Absolut tenta la via sostenibile della bottiglia in carta

Nel mese di novembre verranno messe sul mercato, nel Regno Unito e in Svezia, 2.000 bottiglie di Absolut Vodka e Absolut Mixt (bevanda RTD poco alcolica) confezionate in una bottiglia di carta. Si tratta di un primo test pilota tra i consumatori finali (un secondo test è già previsto per il 2021) che rientra nel più ampio progetto industriale Paper bottle company Paboco®, joint venture danese per la produzione di bottiglie sostenibili fondata nel 2019, sulla scia del precedente progetto d’innovazione Green Fiber Bottle, che mosse i suoi primi passi nel 2010 dalla collaborazione tra la società di packaging danese EcoXpac e Carlsberg. La stessa Carlsberg a ottobre 2019 – in occasione del C40 World Mayors Summit – presentò una bottiglia in carta riciclabile e realizzata con fibre vegetali provenienti da fonti sostenibili. In quell’occasione era stato annunciato anche che al progetto Paper bottle company avrebbero aderito altre importanti società multinazionali, quali The Coca-Cola Company e L’Oréal, oltre a The Absolut Company. La nuova bottiglia prototipo di Absolut è realizzata per il 57% in carta FSC proveniente da fonti sostenibili e per il 43% in plastica riciclata ed è chiusa con un tappo a corona in metallo. Può resistere alla pressione della CO2 (qualità necessaria per l’imbottigliamento dei RTD e più in generale delle bevande gassate).