SIMEI 2019

SIMEI 2019, non solo vino e tecnologie
"SIMEI si rinnova profondamente per diventare una vera e propria fiera globale di tecnologie, prodotti e accessori per l'enologia. Grazie a una vasta operazione di incoming di operatori e produttori provenienti dai cinque continenti, a nuove partnership con le associazioni di categoria e istituzioni quali ministero dello Sviluppo economico, Ice-Agenzia, Simest e Fiera Milano, e con una maggiore apertura a filiere merceologiche affini al vino come olio, birra e spirits, stiamo lavorando ad un'edizione che rappresenterà una svolta nella storia del Simei. Numerosi espositori hanno già confermato la propria presenza all'edizione 2019, un dato che conferma la leadership internazionale".
Con queste parole Ernesto Abbona, presidente di Unione Italiana Vini, ha presentato la 28esima edizione di SIMEI, il salone leader a livello internazionale nel comparto delle tecnologie per l'enologia e l'imbottigliamento, che si terrà dal 19 al 22 novembre 2019 a Fiera Milano-Rho.
Parola d'ordine di questa nuova edizione è incoming, progetto che nel 2017 ha portato al Simei oltre 150 delegati da tutto il mondo e che verrà potenziato per questa nuova edizione attraverso un forte impiego di energie e risorse di promozione internazionale anche grazie a Simest, società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che sostiene la crescita delle imprese italiane.
Obiettivo: raddoppiare la presenza di buyer, operatori e produttori provenienti da tutte le regioni viticole mondiali, al fine di sviluppare nuove collaborazioni con le istituzioni pubbliche e le associazioni di rappresentanza dei produttori e i professionisti della vitivinicoltura anche a livello internazionale.
Altra novità dell'edizione 2019 sarà l'apertura a quelle filiere produttive affini al vino, quali l'olio, le birre artigianali e non, e il vasto mondo degli spirits.
dedicate alle bevande e al liquid food.