Ottimizzazione della concimazione di precisione nel vigneto, riscontri sperimentali e aspetti applicativi

La concimazione di precisione idrico-minerale è una strategia gestionale degli apporti di fertilizzanti che si avvale di moderne strumentazioni ed aggiornate conoscenze ed è mirata all'esecuzione della tecnica colturale che consideri:

  • Gli obiettivi produttivi ed enologici
  • Le effettive esigenze fisionutrizionali della coltura
  • Le caratteristiche biochimiche e fisiche del suolo

con il fine di minimizzare la «variabilità» durante la coltivazione, per perseguire produzioni viticole sostenibili, sia da un punto di vista economico che ambientale, massimizzando la «qualità» e «quantità» della produzione in funzione degli obiettivi enologici.

Con tale meeting si vogliono condividere, grazie alla relazione del Prof. Stefano Poni (Univ. Cattolica del Sacro Cuore), i risultati conseguiti nell’ambito del progetto di ricerca “Nutrivigna”, coofinanziato dai fondi europei 2014-2020 della Regione Emilia-Romagna, e delle proposte pratiche di gestione della concimazione idrico-minerale di precisione nei vari contesti viticoli sia quelli dotati di microirrigazione sia di quelli senza impianto microirriguo, con la relazione del Dr.Agr. Mauro Schippa (Haifa Italia).

Dall’opuscolo conclusivo del progetto Nutrivigna in merito all’utilizzo dei concimi si può leggere “… L’aumento dell’efficienza di assorbimento degli elementi nutritivi distribuiti mediante concimi a rilascio controllato ha permesso una riduzione delle perdite di azoto in atmosfera e per dilavamento, nonché l’utilizzo di una ridotta dose di fertilizzante per unità di superficie. Il concime testato e risultato idoneo per applicazioni di precisione in vigneto poiché, laddove sia perseguito l’obiettivo di ristabilire l’equilibrio vegeto-produttivo, consente di mantenere per alcuni mesi una buona disponibilità di azoto per la pianta anche in contesti non irrigui in cui la fertilizzazione e solitamente gestita mediante un unico intervento in prossimità del germogliamento…”.

Si può concludere che la concimazione di precisione idrico-minerale non sia solo un problema di dosi ma anche di tecnologia (tipo di concime) e tecniche (modalità applicative).